Aggiungi un posto in libreria...





Come con i bambini, anche per gli animali domestici a volte pensiamo che più spazio e libertà concediamo loro, e più li rendiamo felici. Io invece sono fermamente convinta che non sia così, non del tutto perlomeno. Ritengo invece che stabilire sin da subito precise regole gerarchiche, di convivenza e territoriali, esattamente come accade in natura, non solo insegni loro a inserirsi con maggior facilità nella società, umana o animale, ma anche  che semplifichi loro di molto la vita. Le regole semplici e chiare evitano malintesi e disorientamento, e sono molto più vicine alla naturale vita di branco, nel caso degli animali soprattutto. Quando è arrivato da noi Max, lo abbiamo accolto lasciandolo girare liberamente e indisturbato per casa, affinché potesse scoprire il territorio nel quale dovrà vivere, ma dopo una settimana abbiamo cominciato a fargli capire che nel nostro branco vigono ruoli e ambienti ben definiti. Basta quindi con le scorribande sui tavoli, dentro gli armadi e nei cassetti. Ogni tanto arriva un membro più vecchio del branco che gli dà una zampata, giusto per rimetterlo al suo posto... Allo stesso modo però ha diritto a un luogo suo privato, dove nessuno lo possa disturbare e dove possa nascondersi e sentirsi al sicuro. E in natura, un posto così non è sicuramente una cuccia aperta in mezzo al salotto, dove tutti passano e lo possono vedere e accarezzare. Non da ultimo, cercavo anche qualcosa che si inserisse nella nostra casa armoniosamente, anche dal punto di vista del design. Un abbinamento possibile?
Ho girato diversi negozi per animali, online e dal vero, ma niente faceva al caso mio. Poi ho trovato un cubo di legno ricoperto di pelliccia con una struttura a sostenerlo. L'ho comprato, ho smontato la struttura e l'ho inserito nella libreria. Un posto privilegiato e strategico, perché ha visuale aperta sulla parte principale della casa, direttamente di fronte alla vetrata sul giardino. Eppure quasi non si nota, così nascosto tra i libri. Max vi si è trasferito immediatamente, e noi umani abbiamo stabilito che quando è lì, è assolutamente vietato toccarlo. 

Commenti

Post più popolari