I biscotti dell'amicizia



Hanno cambiato nome in base al periodo storico, e ancora oggi ne hanno uno diverso a seconda del Paese: Coeur de France prima, e Palmier più tardi in Francia, ventaglietti o foglie di palma in Italia. In Svizzera si chiamano Prussien. Sono dei biscotti semplicissimi, fatti di soli due ingredienti, ricordo d'infanzia di moltissimi e forse la prima ricetta realizzata da bambini per molti. Per me sicuramente, per la mia bimba e la sua amichetta del cuore anche. Li hanno realizzati a quattro mani e loro non ci hanno visto né un cuore, né un ventaglio e neppure una foglia di palma. Ci hanno visto invece due teste appoggiate fronte contro fronte, unite dalle braccia appoggiate sulle spalle. Loro due, che insieme li hanno fatti e ribattezzati biscotti delle migliori amiche!



I biscotti delle migliori amiche (o Prussien)

1 rotolo di pasta sfoglia già spianata, rettangolare (scegliendo la sfoglia vegana, i biscotti andranno bene per tutti!)
zucchero

Preriscaldare il forno a 200° gradi. Cospargere la superficie di lavoro di zucchero. Appoggiarvi sopra la pasta sfoglia e ricoprirla di uno strato omogeneo di zucchero. Arrotolare la pasta su se stessa partendo dai due lati corti del rettangolo, per ritrovasi con due rotoli al centro del rettangolo. Affettare a uno spessore di ca. 5 mm, distribuire i biscotti sulla teglia tenendoli distanti perchè si gonfieranno. Infornare per ca. 20 minuti o fino a quando i biscotti saranno dorati.
Fatene pochi e mangiateli in giornata, anche tiepidi, perchè il giorno dopo non saranno più così buoni.

Distribuire la 
Ho parlato di: amicizia, amiche del cuore, ricette per bambini, biscotti, pasta sfoglia, ricordi di infanzia, ricetta vegana, prussien.


Commenti

Post più popolari